WordPress diventa sempre più squallido

Ho abbandonato il blog da un bel pezzo,ma ogni tanto mi faccio un giro per vedere cosa si scrive in giro e noto che si scrivono articoli al limite della demenza !

In questa accozzaglia di pseudo-blog  solo uno si salva ,si tratta del blog di TADS ,uno dei pochissimi e rari blogger che trattano argomenti d’attualità e di pubblico interesse,

https://angolodelpensierosparso.wordpress.com

Nostalgia Canaglia

Tag

, ,

NeNel novembre del 2011 creai il mio primo blog su wordpress.

Splinder chiudeva ,l’alternativa era Iobloggo ,Blogger o WordPress.

Scelsi di traslocare su wordpress dopo appena 7 giorni su Iobloggo,non sapevo neppure da che parte si scriveva il post ,il blog era allora  tutto in inglese e si andava a tentoni,ma c’era un’atmosfera con gli altri reduci di splinder di totale collaborazione e condivisione.Non appena qualcuno scopriva qualcosa di nuovo era tutto un giro di commenti per farlo sapere anche agli altri.

Che grande scoperta ,quando imparammo come inserire i video,le immagini,come cambiare sfondo e testata!

Quasi nessuno teneva la moderazione a tempo pieno,c’erano articoli anche futili ma che commentavamo con grande interesse,non so come ne perchè ma tempo qualche anno in tanti chiusero o si ritirarono,c’erano battibecchi per stupidaggini o perchè si diceva la verità su qualche post pubblicato.

iniziarono le minacce verso tanti blogger che a differenza di me se ne sono fottuti ed hanno ancora il loro blog,io invece per la grande rabbia e il grande dolore che sentivo,feci il colpo di testa di cancellare il mio bel blog in cui in 3 anni avevo avuto 200.000 visite.

Vorrei tanto iniziare da capo ,ma i contatti rimasti sono pochissimi,non ho più quella voglia e quel piacere di girare ,leggere e commentare,qualcosa si è spezzato e non riesco a rimetterlo assieme.

Mi trattiene anche il fatto che sono una persona molto,forse troppo sincera ,mentre nei blog o nei SN questa è merce molto rara,ho scritto questo primo post in questo nuovo blog solo perchè sentivo l’esigenza di sfogarmi e basta!

 

Così è se vi pare…

In sintesi non amo i pacati, gli accondiscendenti, quelli dalla moina facile…ma amo i leali, le teste calde, i ribelli, quelli che sanno chiedete scusa e ne hanno convinzione, mica da paraculi. Sono una donna antipatica e difficile, ma non voglio falsi nei piedi, perché in mezzo alla merda dei miei difetti la falsità non risponde all’appello. Non amo i perfetti, amo chi ci prova a migliorarsi. Amo gli umili, che non significa essere codardi e invisibili. Amo chi conosce il peso delle parole e le usa con garbo. Amo anche i silenziosi, quando il silenzio non diventa un vizio o una dipendenza. Non amo me quando son troppo comprensiva e tollerante con chi non mi ha MAI conosciuto. Non è importante che mi si conosca a fondo, sarebbe un’impresa titanica, però ho la dote di capire chi ci prova davvero a farlo e chi se ne fotte.
Fine della preghiera serale. Così è… se vi pare, a me pare e questo mi basta. Meglio in pochi, o soli, piuttosto che in luoghi e con gente che non vuoi.

 

 

 

Noli me tangere-Andrea Camilleri

Tag

, , , , , , ,

 indexnnLaura è giovane, bella e molto amata. Ha sposato un famoso  scrittore che la venera, lei stessa scrive, va a teatro, è un’esperta  storica dell’arte. È capace di concedersi emozioni intense con altri  uomini, quando lo desidera, senza farsi travolgere dal senso di  colpa. È generosa di sé e delle proprie ricchezze. Ma, in certi momenti, su di lei cala un cono d’ombra. “Ho il ghibli” dice, secondo l’immagine evocata da uno dei suoi amanti: perché davvero è come se si alzasse nel suo cuore il temibile vento del deserto, che la prostra e la costringe a giorni di reclusione durante i quali nessuno deve azzardarsi a toccarla. Poi torna la bonaccia, e Laura è di nuovo la donna volubile ma anche luminosa che tutti ammirano. Fino a che, una notte, Laura scompare. Incontrando chi l’ha conosciuta, il commissario Maurizi – uomo colto e fine indagatore dell’animo umano – capirà che di Laura, come di una divinità antica, ognuno ricorda un volto diverso. Al primo sguardo sembra una donna facile, che non vuole perdere una sola occasione. E invece le tracce che portano a lei sono quelle invisibili lasciate dalle domande che si è posta senza tregua, dalla tensione bruciante nascosta in ogni suo gesto… proprio come nel movimento dei corpi al centro dell’affresco del Beato Angelico che Laura stessa aveva saputo interpretare con una intuizione straordinaria, quello dedicato alle parole che Gesù dice a Maria Maddalena dopo essere risorto: Noli me tangere, non toccarmi.

La mia recensione

Un racconto breve ma molto introspettivo in cui Camilleri mette in bella mostra tutta la sua cultura .

logologologologo

Guarda dietro di te-Sibel Hodge

Tag

, , , ,

 guarda-dietro-di-te_7376_x600Chloe Benson si risveglia improvvisamente in una sorta di caverna  sotterranea, legata e imbavagliata, senza sapere come è finita l  aggiù, chi l’ha rapita e perché.Fortunatamente riesce a scappare,  ma una volta tornata a casa si rende conto che l’incubo è tutt’altro  che finito. Chloe, infatti, non ricorda nulla delle settimane che hanno preceduto il suo rapimento, e le persone intorno a lei, quelle che dovrebbero aiutarla a recuperare la memoria, non prendono sul serio ciò che le è accaduto. Nessuno sembra crederle: né la polizia, né i medici, né tantomeno suo marito Liam… e alla fine anche Chloe comincia a dubitare di se stessa. Ma c’è qualcosa di strano nella storia che continuano a raccontarle, molti dettagli non combaciano e le impediscono di sentirsi davvero al sicuro. Chloe è certa che qualcuno sta osservando ogni sua mossa, e se vuole davvero uscire da quell’incubo, sa che dovrà ripercorrere le tappe della sua vita e cercare cosa si nasconde in quel buco nero che ha inghiottito il suo passato. Ma non è semplice cercare la verità quando non sai di chi fidarti…

La mia recensione

Trama scontata ,ultrausata e per nulla originale! Si legge solo per tentare di capire qualcosa.
Come ormai di prassi l’autrice mette la parola fine al libro ma si dimentica di spiegarci un’ultima cosuccia! Ormai è diventata la regola e non l’eccezione che quasi tutti questi autori si scordino arrivati alla fine di un thriller di spiegare certi misteri che loro hanno creato e poi dimenticato.

logologo

L’usignolo- Kristin Hannah

Tag

, , , , , ,

9788804659037B Nel tranquillo paesino di Carriveau, Vianne Mauriac saluta il  marito Antoine che si sta dirigendo al fronte. Non credeva che i  nazisti avrebbero attaccatola Francia, ma di punto in bianco si  ritrova circondata da soldati tedeschi, carri armati, aerei che    scaricano bombe su innocenti. Ora che il Paese è stato invaso,  Vianne è obbligata a ospitare il nemico in casa sua: da quel momento ogni suo movimento è tenuto d’occhio, lei e sua figlia sono in costante pericolo. Senza più cibo né denaro, in una situazione di crescente paura, si troverà costretta a prendere, una dopo l’altra, decisioni difficilissime.

Isabelle, la sorella di Vianne, è una diciottenne ribelle in cerca di un obiettivo su cui lanciarsi con tutta l’incoscienza della giovinezza. Mentre lascia Parigi insieme a migliaia di persone, incontra il misterioso Gaëtan, un partigiano convinto che i francesi possano e debbano combattere i nazisti. Rapita dalle idee e dal fascino del ragazzo, Isabelle si unirà alla Resistenza senza mai guardarsi indietro, non considerando i rischi gravissimi a cui andrà incontro.

Con coraggio e grazia, sorretta da una documentazione accuratissima, Kristin Hannah si addentra nell’universo epico della Seconda guerra mondiale per illuminare una parte della Storia raramente affrontata: la guerra delle donne. L’Usignolo racconta di due sorelle distanti per età, esperienze e ideali, ognuna alle prese con la propria battaglia per la sopravvivenza ma entrambe alla ricerca fiduciosa dell’amore e della libertà. Una storia toccante, dolorosa e coinvolgente che celebra la resilienza dell’animo umano e la straordinaria forza delle donne

La mia recensione

Forse sarò una voce fuori dal coro,il libro e la storia che la Hannah racconta sono avvincenti ,ma per me che di questo tipo di storie ne ho lette a decine mi sapeva di già letto! A tratti mi ricordava “La figlia dei ricordi”, “La ragazza che hai lasciato ” e nel rastrellamento del Velodromo D’Inverno mi è venuto in mente anche la ” Chiave di Sarah” e tanti altri che non sto ad elencare.Praticamente mi è parso di leggere un pout pourri di libri sull’occupazione della Francia da parte dei nazisti.

logologologo

Il patto-Jodi Picoult

Tag

, , , , , ,

  Il-patto_hm_cover_bigFino a quella telefonata alle tre del mattino di una giornata di    novembre, i Gold e i loro vicini di casa, gli Harte, sono sempre stati    inseparabili. Per ben diciotto anni. Non è stata una sorpresa per  nessuno, dunque, quando i loro figli adolescenti, Chris ed Emily, da  semplici amici sono diventati qualcosa di più.

Ma adesso la diciassettenne Emily è morta uccisa da un colpo di pistola alla testa sparatole da Chris, in un apparente patto suicida lasciando le due famiglie devastate e alla disperata ricerca di risposte su un gesto inimmaginabile, di due figli che forse non conoscevano bene come credevano.

È rimasta una sola pallottola nella pistola che Chris ha preso dall’armadio del padre, una pallottola che secondo la sua versione era destinata a se stesso. Cos’è successo veramente?

Un detective della polizia del luogo nutre più di un dubbio sul patto suicida descritto dal ragazzo e inizia un’indagine che terrà il lettore col fiato sospeso fino all’ultima pagina.

La mia recensione

Una storia che ti prende e non ti molla sino ai colpi di scena delle ultime pagine !
Due ragazzi che si amano ,ma uno ama molto di più perchè è quello che resta vivo e sopporterà anche un processo per omicidio.Ho provato ammirazione per Chris e molta antipatia per Emily ,tanto intelligente e tanto egoista da far finta di non capire che con la sua morte avrebbe distrutto 2 famiglie.
Per sapere altro dovete leggerlo!

logologologologo

La bambina numero otto-Kim van Alkemade

Tag

, , , , ,

 LA BAMBINA NUMERO OTTO New York, Anni Cinquanta.Per Rachel, infermiera trentenne dalla  vita regolare e solitaria, il passato è un buco nero dal quale è  riuscita a fuggire per miracolo.Quando però incontra Mildred  Solomon, anziana paziente senza più speranze di guarigione, d’un  tratto qualcosa nel suo subconscio si slaccia, i ricordi rimossi tornano a galla, prendono il sopravvento. Perché Rachel e la dottoressa Solomon, come la donna vuole essere chiamata, si sono già conosciute, tanto tempo prima, quando Rachel non era ancora Rachel, ma solo la bambina numero otto, un’orfana di pochi anni affidata a un istituto nel Lower East Side di Manhattan.Ma chi è veramente la Dottoressa Solomon? La madre surrogata che si prendeva cura degli sfortunati orfani – unico raggio di luce nella tormentata esistenza della piccola Rachel – o una donna fredda e cinica, votata alle proprie ambizioni e pronta a tutto nel nome della scienza?Solo chiamando a raccolta i fantasmi della memoria Rachel potrà trovare le risposte di cui ha bisogno, e diventare finalmente padrona del proprio destino.

La mia recensione

Non so neppure io perchè ma da questo libro mi aspettavo molto più di quello che ho trovato!
Niente di entusiasmante ! Se qualcuno mi chedesse ” Come hai trovato questa lettura” ? Mi verrebbe da rispondere ” Bho,non lo so “

logologo

Il gatto che aggiustava i cuori-Rachel Wells

Tag

, , ,

 

Alfie The Doorstep Cat

Alfie The Doorstep Cat

Come ogni gatto, Alfie adora passare le sue giornate sonnecchiando  sul divano davanti al camino. Un po’ di carezze, un po’ di fusa  rumorose, ed è felice. Ma all’improvviso è costretto a lasciare la casa  in cui è cresciuto, e si ritrova solo e sperduto per le strade di  Londra. Tutto cambia quando arriva in Edgar Road, una via piena di verde e di bellissime villette a schiera. Alfie capisce subito che solamente lì può sentirsi di nuovo a casa. Solamente lì può trovare una nuova famiglia. Eppure gli abitanti del quartiere non sono pronti ad accoglierlo. Concentrati sui loro problemi, non hanno tempo per occuparsi di lui. Fino a quando scoprono che non è un gatto come gli altri. Ha un dono speciale: è capace di riconoscere i desideri più nascosti. Alfie sa bene che Claire è ancora in cerca di amore dopo essere stata lasciata dal marito; che Jonathan, cinico e disincantato, in realtà si sente troppo solo, e che Polly vorrebbe solo qualcuno in grado di proteggerla. Giorno dopo giorno, si accorgono di quanto abbiano bisogno di lui. Il loro nuovo amico è pronto ad aiutarli, a provare a cambiare le loro vite, a riaccendere le loro speranze. Perché Alfie è in grado di aggiustare quello che il destino a volte ha rotto e di ascoltare la melodia silenziosa dei loro cuori.

La Mia recensione

Leggere questo libro è stato come prendere una boccata di aria fresca dopo essere stati trattati male da gente che non sa cosa sia la gentilezza e la cordialità! Adoro i gatti e mi sono innamorata del libro già dalla copertina,un bel racconto che toglie un po’ di tristezza, specialmente in una giornata fredda e uggiosa come quella di oggi.

logologologologo

Le bambine silenziose- Charlene Lunnon,Lisa Hoodless

Tag

, , , , , , , ,

 bambine-silenziose La storia vera dell’atroce rapimento di due bambine e della loro  lotta per tornare a vivere

 Hastings, East Sussex, 19 gennaio 1999. Hanno solo dieci anni, Charlene Lunnon e Lisa Hoodless, quando una mattina vengono rapite, per strada, mentre stanno andando a scuola. Per tre interminabili giorni rimangono segregate in uno squallido appartamento, ripetutamente violentate, obbligate al silenzio e sottoposte alla follia di una mente perversa. Fino a quando accade il miracolo: la polizia fa irruzione nel palazzo e il rapitore, un pedofilo appena uscito di prigione, viene arrestato. Ma la libertà non è la fine dello strazio: negli anni successivi le due ragazze dovranno lottare contro il peso insostenibile dei ricordi per ricominciare una vita normale. E per provare a ricucire la loro grande amicizia, distrutta da un orrore indicibile. Scritta con lucidità e coraggio, Le bambine silenziose è la storia vera di un orribile sequestro e della dura lotta per ritornare, nonostante tutto, a vivere.

La mia recensione

E’ molto strano per una empatica quale sono io che questo libro mi abbia lasciata quasi indifferente!
La storia è terribile ,due bambine rapite e stuprate per tre giorni,ma forse il modo noncurante con cui è stata raccontata e scritta ha fatto in modo che non percepissi quasi nessun dolore troppo forte.Mi ha invece disturbata parecchio quella stupida oca egoista della madre di Charlene, che a due settimane dal rapimento della figlia abbandona marito e 4 figli piccoli per mettersi con un altro! Alla faccia che ” i figli so piezze e core “

logologologo

È così che si uccide – Mirko Zilahy

Tag

,

 image_bookLa pioggia di fine estate è implacabile e lava via ogni traccia: ecco    perché stavolta la scena del crimine è un enigma indecifrabile. Una  sola cosa è chiara: chiunque abbia ucciso la donna, ancora non  identificata, l’ha fatto con la cura meticolosa di un chirurgo, usando i propri affilati strumenti per mettere in scena una morte. Perché la morte è uno spettacolo. Lo sa bene, Enrico Mancini. Lui non è un commissario come gli altri. Lui sa nascondere perfettamente i suoi dolori, le sue fragilità. Si è specializzato a Quantico, lui, in crimini seriali. È un duro. Se non fosse per quella inconfessabile debolezza nel posare gli occhi sui poveri corpi vittime della cieca violenza altrui. È uno spettacolo a cui non riesce a riabituarsi. E quell’odore. L’odore dell’inferno, pensa ogni volta. Così, Mancini rifiuta il caso. Rifiuta l’idea stessa che a colpire sia un killer seriale. Anche se il suo istinto, dopo un solo omicidio, ne è certo. E l’istinto di Mancini non sbaglia: è con il secondo omicidio che la città piomba nell’incubo. Messo alle strette, il commissario è costretto ad accettare l’indagine… E accettare anche l’idea che forse non riuscirà a fermare l’omicida prima che il suo disegno si compia. Prima che il killer mostri a tutti – soprattutto a lui – che è così che si uccide.

La Mia Recensione

200 pagine!! Ho resistito per 200 pagine ,oltre non ce l’ho fatta ! Minuziose descrizioni di nessuna importanza,un poliziotto che è stato addirittura a Quantico ,nella sede dell’FBI e l’autore ci tiene tanto che il lettore non lo dimentichi, dato che con tante piccole scuse ce lo ricorda in continuazione! Un poliziotto che non vuole fare più il suo lavoro e si permette di rifiutare un incarico invece di dare le dimissioni e non rompere più le scatole a tutti! Non voglio esagerare ma autori Italiani che sappiano scrivere un thriller come si deve ne ho incontrati pochissimi, anche stavolta ho imbroccato lo scrittore che vorrebbe imitare i colleghi americani, ma si è fregato perchè più che alla trama ha dato più risalto ala sua cultura e conoscenza dei profiler,schizzi di sangue,luminol,impronte nel fango etc etc ,senza mai arrivare a dare una spinta per far decollare la storia.

Sconsigliatissimo!!

Urla Nel Silenzio – Angela Marsons

Tag

, , , , ,

  coverCinque persone circondano una fossa vuota. A turno, ognuno di  loro è costretto a scavare per dare sepoltura a un cadavere. Ma non  è il corpo di un adulto, è troppo piccolo. Una vita innocente è stata  sacrificata e un oscuro patto di sangue è stato siglato. E il segreto  delle cinque persone sarà sepolto sotto quella terra. Anni dopo, la direttrice di una scuola viene uccisa brutalmente: è il primo di una serie di agghiaccianti delitti che stanno insanguinando la regione di Black Country, in Inghilterra. Nel corso delle indagini, ritorneranno alla luce anche i resti del corpicino sepolto tempo prima da quel misterioso gruppo di persone. La detective Kim Stone viene chiamata a indagare per fermare il killer prima che colpisca ancora. Ma per farlo, dovrà confrontarsi con i demoni del proprio passato…

La Mia Recensione

Un buon thriller ,peccato che nelle ultime 15 pagine l’autrice faccia scoprire improvvisamente una cosa alla detective incaricata dell’ indagine,ma non le salta neppure per l’anticamera del cervello di fare sapere ai lettori come ha avuto quell’intuizione!
Queste sono le cose che mi fanno incavolare!
In questo modo chiunque è capace di fare scoperte sorprendenti se non deve spiegare come.
La scrittrice può tutte le illuminazioni  che vuole ,ma ha il dovere di spiegare tutto al lettore e non chiudere la storia come nulla fosse.

Le avrei dato 5 stelle se avesse spiegato come e perchè le sia venuta quell’idea .Non posso dire di più o farei spoiler e rovinerei la lettura a qualcuno.

logologologo

Dieci Piccoli Indiani – Agatha Christie

Tag

, , , , , ,

 dieci-piccoli-indiani-agatha-christieDieci persone estranee l’una all’altra sono state invitate a  soggiornare in una splendida villa a Nigger Island senza sapere il  nome del generoso ospite. Eppure, chi per curiosità , chi per  bisogno, chi per opportunità , hanno accettato l’invito. E ora sono lì  su quell’isola che sorge dal mare simile a una gigantesca testa di negro che fa rabbrividire soltanto a vederla. Non hanno trovato il padrone di casa ad aspettarli; hanno trovato invece una poesia incorniciata e appesa sopra il caminetto della loro camera. E una voce inumana e penetrante che li accusa di essere tutti assassini. Per gli ospiti intrappolati è l’inizio di un interminabile incubo.

La Mia Recensione

Penso che questo eccezionale racconto sia il capostipite di tutti i gialli e thriller che sono stati scritti dopo.
Una trama semplicemente superba e con un finale geniale.

logologologologologo

Lisa Genova – Still Alice ( Perdersi )

Tag

, , , , ,

  Alice ha lavorato sodo per raggiungere i suoi obiettivi e ora, a quasi  cinquant’anni, sente di avercela finalmente fatta. Dopo anni di  studio, di notti a base di caffè e libri di psicologia, ha coronato il  suo sogno, è una scienziata di grido, insegna ad Harvard e viene  566-46191-1_e927cc7a79d46ba2eee55649b59281c1chiamata dalle più prestigiose università per tenere conferenze. E poi c’è il suo più grande orgoglio, la famiglia: il marito John, un brillante esperto di chimica, che non riesce a trovare gli occhiali neppure quando li indossa, e i loro figli, Anna, Tom e Lydia, tutti e tre realizzati, anche se ognuno a modo suo. All’improvviso, però, tutto cambia. All’inizio sono solo piccole dimenticanze: una parola sulla punta della lingua che non riesce a ricordare, gli orari delle lezioni, il numero di uova nella ricetta del pudding natalizio, quello che prepara da più di vent’anni. E poi un giorno, dopo il giro di jogging quotidiano, Alice si ritrova in una piazza che è sicura di conoscere ma che non sa dove si trovi. Si è persa, a pochi metri da casa. Qui comincia il suo viaggio tra le corsie d’ospedale, a caccia del male che sta cancellando i suoi ricordi. Quando le viene diagnosticato l’Alzheimer precoce, tutto ciò in cui Alice ha sempre creduto pare sgretolarsi, il mondo intorno a lei sembra sfuggirle ogni giorno di più

La Mia Recensione
Una storia che mi ha lasciato con i lucciconi agli occhi e un groppo in gola!
Una storia in cui per tutta la durata della lettura si soffre insieme alla protagonista e si spera allo stesso tempo di non venirne mai colpiti.
Una storia in cui non non si può fare a meno di immedesimarsi e angosciarsi.
logologologologo

Ernest e Celestine – Daniel Pennac

Tag

, , , , , , , , , ,

 811sRkYQ4mL Il mondo di sopra è abitato dagli orsi e il mondo di sotto dai topi. È   risaputo: i due mondi sono incompatibili e i loro popoli sono  acerrimi, secolari nemici. Eppure nessuno potrà impedire a un orso  e a una topina di diventare compagni inseparabili. Prima, però, dovranno affrontare mille peripezie e pericoli, sfuggire a una miriade di topi furiosi attraversando i cunicoli delle fogne, evadere da un furgone blindato della polizia, scappare su un camioncino di dolci rubato, per rifugiarsi nella loro calda e accogliente casa nel bosco, nascosta sotto una coltre di neve. Qui potranno finalmente dedicarsi alle rispettive passioni, la musica e il disegno, anche se il pericolo non tarderà a ripresentarsi, con l’arrivo della primavera. Ernest e Celestine litigano e fanno pace, scherzano e si prendono cura l’uno dell’altra: dopo essersi incontrati, l’idea di separarsi è per loro la cosa più detestabile del mondo e per evitarlo sono disposti a tutto. Dalla stima dell’autore per l’artista Gabrielle Vincent, dall’amore per i personaggi dei suoi albi illustrati, nasce un romanzo per bambini che conquisterà i lettori di tutte le età.

La mia recensione

Un inno all’amicizia bellissimo !
Ieri sera ho letto Ernest e Celestine,mi sono divertita e commossa ,un bel racconto che esalta una cosa a cui io tengo molto:
La grande amicizia tra due esseri diversissimi tra loro.

Dovrebbe essere un libro da far leggere a grandi e piccini.

I grandi ( qualcuno ) imparerebbero a capire cosa significhi essere ed avere un amico ,i piccini crescerebbero con l’idea che l’amicizia è sacra ,molto più di qualche religione
Grazie cara amica per avermelo consigliato.

logologologologo

Il Buio Oltre La Siepe – Harper Lee

Tag

, , , , , , ,

 81UmkuQljyLIn una cittadina del “profondo” Sud degli Stati Uniti l’onesto  avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d’ufficio di un negro  accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrare l’innocenza, ma  il negro sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l’episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell’infanzia che è un po’ di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte, in pagine di grande rigore stilistico e condotte con bravura eccezionale.

La Mia Recensione

Che maratona di lettura che mi sono fatta ieri ! Non riuscivo a staccarmi,volevo finirlo a tutti i costi e ci sono riuscita.In genere solo un thriller riesce a farsi leggere tutto d’un fiato ,ma questo libro da tutti considerato un classico e che di thriller non ha niente c’è riuscito,Scrittura scorrevole e piacevole ,le pagine scorrevano quasi da sole,Credevo che leggere le avventure estive di due ragazzi mi avrebbe annoiata ,cosa che non è successa!
Un libro veramente bellissimo,pensare che l’ho tenuto in lista qualcosa come 30 anni! Ma credo che proprio per questo mi sia piaciuto tanto,se fossi stata più giovane non avrei capito la comprensione e il profondo amore che lega Atticus ai due ragazzi e la complicità mista ad affetto di Scout e Jem.Penso che Jem sia il fratello che tutte noi avremmo voluto,Sono molto confusa ,vorrei scrivere tante altre cose ma sono molto più brava a leggere;
Sono rimasta basita ed esterrefatta dall’esito del processo ,per poco non piangevo dalla rabbia e per l’ottusità che ottenebra il cervello di certi esseri umani convinti che avere la pelle chiara dia loro la facoltà di decidere la vita e la morte della gente di colore , adesso siamo nel 2016 ma in certi Stati a parte l’abolizione dello schiavismo nulla è cambiato!
Il finale è stato veramente da brivido ,ma per fortuna tutto si è risolto bene!
Ho notato una leggera incongruenza quando a scuola la maestra parla di Hitler e discutono sul fatto della persecuzione che stava attuando sul popolo Ebraico,ma siamo nel 1935 ,4 anni prima che la Germania entrasse in guerra ,non credo che i giornali americani fossero tanto informati.
Mentre leggevo pensavo alla famosa ” Notte dei cristalli ( Kristallnacht, o Novemberpogrom) ! ma quello successe molto più tardi, cioè, nella notte tra il 9 e 10 novembre 1938 in Germania, Austria e Cecoslovacchia.
Per cui forse Harper Lee non ha fatto caso alle date ,qualcuno dei lettori non ha notato questa cosa molto strana ??

logologologologo

Dean Koontz – Senza Tregua

Tag

, , , , ,

837978882004GRA_8_227X349_exact Acclamato autore di bestseller, Cullen Greenwich – per tutti, Baloo –  sa di essere fortunato. È un uomo di successo e fa quel che più gli  piace al mondo. Sua moglie Penny, creatrice e illustratrice di fiabe, è  il grande amore della sua vita. È padre di un brillante genietto di  sei anni, Milo, detto Shining, e proprietario di un fedelissimo bastardino che si chiama Lassie. Un’esistenza invidiabile… finché il suo libro non viene stroncato sul più diffuso quotidiano nazionale. Parenti e amici gli raccomandano di non farsi amareggiare da quell’unica voce contraria in un coro di lodi, anche (e soprattutto) se firmata dal temutissimo e invisibile Shearman Waxx. Un consiglio che Cullen è più che disposto a seguire, finché non scopre che Waxx ha un locale preferito, in città. La tentazione è irresistibile e Cullen decide di spiare l’uomo che nessuno ha mai visto in volto, e che può mandare a gambe all’aria tutta una carriera.

Quel che lo scrittore non si aspetta è di ritrovarsi a faccia a faccia con lui. Né di sentirsi dire quelle due uniche, definitive, infernali parole: “Giudizio finale”. Non certo rivolte al suo romanzo. Perché Shearman Waxx non solo è un critico che non accetta obiezioni, ha anche un modo di affrontare chi attraversa la sua strada a dir poco sconvolgente: Cullen e la sua famiglia si ritrovano braccati da un sadico efferato, determinato a sterminarli senza pietà, mentre misteriosi casi di scrittori e artisti ferocemente torturati e uccisi, apparentemente slegati l’uno dall’altro, si rivelano invece concatenati in una spirale da incubo.

La mia recensione

Mi chiedevo da un po’ come mai non mi piacessero più i libri di Koontz ,leggendo questo libro ho capito il perchè!! Dialoghi al limite dell’idiozia considerando la situazione in cui si trova tutta la famiglia,storia assurda e senza un finale significativo.I soliti personaggi come il cane ultra-intelligente e il figlio genietto in miniatura.I libri di Koontz possono piacere se ci si limita a leggerne al massimo una decina,dopo è sempre la solita storia trita e ritrita.

logologo

John Katzenbach il Professore

Tag

, , , , , ,


il professore 1New England. In una piccola città universitaria il professore di  psicologia Adrian Thomas, da poco in pensione e vedovo da tre  anni, ha appena saputo di essere affetto da una rara forma di  demenza degenerativa. L’unica via di scampo all’inesorabile  decadimento che lo attende sembra il suicidio. Con la morte nel cuore il professore vaga per il quartiere, lo sguardo perso nella luce del tramonto, quando nota una ragazza di sedici anni, i capelli biondo scuro, jeans e un vecchio parka logoro, che gli cammina accanto con passo svelto. Di colpo, da dietro l’angolo compare un furgone con una donna al volante e un uomo al suo fianco. Il veicolo frena, si ferma per un istante e riparte di nuovo: la ragazza è sparita. Adrian è spaventato. È stata solo un’allucinazione dovuta alla malattia o è appena stato testimone dì un rapimento? Ma il cappellino da baseball rosa della giovane è lì, sul marciapiede. E il senso di colpa per non essere intervenuto inizia a tormentarlo. La malattia gli consentirà di fare ciò che è giusto? Sarà in grado di ragionare con la lucidità necessaria per seguire le tracce della ragazza scomparsa? “Il professore” è un thriller psicologico originale e dal ritmo serrato che indaga a fondo sul significato della salute mentale e della sua pericolosa contiguità con la follia.

 

La mia recensione

Storia molto angosciante dato l’argomento di cui parla.
Un po’ troppe pagine che mi hanno a tratti annoiata.
Ottimo il finale !

logologologologo

L’uomo sbagliato di John Katzenbach

Tag

, , , , ,

 image_bookQuesta avrebbe dovuto essere una storia d’amore come tante, come  tante nata per caso e finita senza troppi pensieri. E invece è stata  una storia di morte, di terrore. Ashley Freeman è un’attraente  studentessa di Storia dell’Arte, benvoluta da tutti. Dopo la scuola  lavora in un museo e, nonostante qualche dubbio su cosa fare dopo  il college, la sua vita scorre tranquilla verso un futuro di soddisfazioni. È con alcuni amici quando una sera, in un pub, conosce un ragazzo che le offre da bere. Michael O’Connell è alto e robusto, affascinante nei suoi modi disinvolti; lavora come meccanico ma la sua passione è l’informatica. Michael ha qualcosa di magnetico, dietro una scorza d’impenetrabilità, e Ashley commette un grave errore quando cede, quella sera, alla sua corte. Perché lui da quel momento sarà posseduto da un’ossessione sfrenata: stare con lei, per sempre, a ogni costo. A nulla servono i tentativi della ragazza di sfuggire a quel rapporto ogni giorno più opprimente. Come un rabbioso e tentacolare predatore, Michael è intenzionato a mettere sotto assedio la vita del suo oggetto del desiderio, trascinando nella sua vischiosa ragnatela tutti quelli che cercano di proteggerla. Non solo Ashley, dunque, ma anche la sua famiglia cadrà in una spirale di minacce e menzogne messa in moto grazie alle anonime armi di Internet. Come reagire a tale subdola violenza? Fino a dove l’amore può inseguire per le sue strade il male, per affermare il bene?

La mia recensione

Per troppo amore o troppo poco amore!

Katzenbach come al solito non sbaglia un colpo!
Non l’ho trovato affatto noioso o pesante come qualcuno ha scritto.
E’ un libro in cui ogni cosa doveva andare per il suo verso e con il suo tempo.
Mi è dispiaciuto tanto per Hope,si è sacrificata per amore.Lo stalking è un’arma tremenda,specialmente  se chi lo usa è uno psicopatico ossessionato ,per la prima parte del libro mi sono sentita come se fossi una dei protagonisti tanto forte era l’ansia che sentivo.Nella seconda parte ho intuito che qualcuno si sarebbe fatto molto male,sentivo che nel piano elaborato da Scott, Sally e Hope qualcosa sarebbe sicuramente andato storto .Sono riusciti ad incastrare il pazzo,ma il prezzo è stato alto.

logologologologo

Dopo Di Koethi Zan

Tag

, , , , , ,


null043863-160x244 Dopo la liberazione doveva essere tutto finito. Ma non è stato così.  Sono  passati dieci anni da quando Sarah è fuggita da quello    scantinato, il  teatro delle torture fisiche e psicologiche che Jack  Derber le ha inferto  per oltre mille giorni. Ma per Sarah non esiste  ancora un «dopo»:  vittima delle proprie fobie, vive rinchiusa nel suo appartamento di Manhattan. Fino a quando l’FBI non la informa che Jack Derber, accusato e imprigionato per rapimento, sta per essere rilasciato. Sarah non può consentirlo, perché lei sa. Sa che Derber non è soltanto un rapitore. È un assassino. Lo sa perché lei non era da sola, in quello scantinato. Con lei c’erano altre due ragazze, Christine e Tracy, e per i primi mesi di reclusione ce n’era stata anche una terza: Jennifer, la sua migliore amica. E Sarah sa, con certezza, che Jennifer è morta per mano di Derber. C’è una sola speranza, per tenere Derber in prigione: ritrovare il corpo di Jennifer. Per questo, Sarah deve trovare la forza di riallacciare i contatti con le altre sopravvissute, nonostante l’odio che loro provano per lei e nonostante i segreti che le dividono. Perché quel capitolo della loro vita non si è mai veramente chiuso.

La Mia Personale Recensione
questo è uno di quei libri in cui mi piacerebbe sedermi a tavolino con l’autrice con un te in mano e il libro nell’altra e chiederle tutte le risposte alle domande lasciate così senza un perchè.
Il finale sarà stato una sorpresa solo per lei dato che non si è degnata di scrivere uno straccio di spiegazione.
Non ho provato nessuna empatia o compassione per le vittime in questo libro, per una come me è molto strano,tutto sembra scritto sui generis da un dilettante.
Agenti dell’FBI che passano informazioni a una civile come nulla fosse,perquisizioni fatte a casaccio, dato che dopo 10 anni sotto una lista del parquet ci sono ancora gli appunti dello psicopatico.

Ma la cosa che mi ha fatto capire che questo libro è stato scritto

con i piedi è stato: per quale cavolo di motivo quando 10 anni prima la polizia arrivò e liberò le ragazze la ” famosa ” Jennifer non uscì fuori ??

Perchè è restata nascosta ed è addirittura diventata complice del suo rapitore?? Ecco a quante domande dovrebbe dare risposte la scrittrice ,e anche se le venisse in testa di farne un sequel non concluderebbe nulla ,non potrebbe giustificare proprio un bel niente !!
Per cui le 2 stelline sono pure troppo

logologo

Scomparsa di Chevy Stevens

Tag

, , , , , , , , , , , , ,

  51OQJ6FahfL._SX324_BO1,204,203,200_È una mattina d’estate qualunque per la giovane agente  immobiliare Annie O’Sullivan. Quel giorno, le sue uniche  preoccupazioni sono l’ennesima lite con la madre, l’open house da  organizzare in una casa in vendita nel pomeriggio e la cena con  Luke, il suo fidanzato. L’open house va per le lunghe, ma quando si  presenta un potenziale acquirente dal sorriso gentile, Annie pensa che possa essere il suo giorno fortunato. Non è così. L’uomo le punta una pistola addosso e, dopo averla drogata, la chiude in un furgone. Al risveglio, Annie scopre di essere stata portata in una casa sperduta tra le montagne. Dove si trova? E chi è quell’uomo? Intrecciato con la storia dell’anno di prigionia che viene svelata durante gli incontri con la psichiatra – un secondo filo narrativo racconta l’incubo del ritorno dopo la liberazione: la lotta di Annie per ricomporre un’esistenza ormai spezzata, le ricerche della polizia per identificare il rapitore e il turbamento per la consapevolezza che questa esperienza, sebbene conclusa, è molto lontana dall’essere superata. Un thriller mozzafiato, una storia di paura e dolore, ma anche di sopravvivenza, della forza di raccontare e di esplorare i recessi più oscuri della psiche umana, dove la verità non sempre rende liberi.

Prossimamente la mia recensione

Finale da shock ,in tutti i sensi !!

un libro divorato in 2 giorni che ti prende e non ti lascia più sino allo sconcertante e sconvolgente finale!
L’autrice con il suo modo di scrivere ,cioè far narrare tutta la storia alla stessa protagonista è stata molto brava,appena si inizia a leggere si entra in una spirale di ansia,angoscia,paura e terrore! Non posso dir altro o farei spoiler,
Consiglio questo libro a tutti

 logologologologologo

L’abito da sposo di Pierre Lemaitre

Tag

, , , , , , , , , , , ,

 abito da sposoChi è veramente Sophie? Sappiamo che ha trent’anni ed è la  babysitter di Léo, il figlio
di una coppia di ricchi parigini. La giovane donna sembra non  avere una vita privata, si dedica totalmente al bambino, il resto è un  mistero.
Ma sappiamo che è ossessionata da una doppia identità, dimentica cosa ha fatto poche ore prima
e vive in un costante stato di oblio.
Una sera la mamma di Léo rientra tardi e trova Sophie addormentata davanti alla tv, le propone
di restare a dormire e lei accetta. Il mattino dopo
la ragazza si risveglia sola in casa e fa una terribile scoperta: Léo è stato strangolato nel sonno, proprio accanto a lei. Lo sconcerto è profondo e la soluzione che le si prospetta è una sola: una fuga senza meta, via da Parigi, lontano da tutto, per provare
a ricostruirsi una vita. Perché Sophie deve salvare se stessa e agirà ignara di essere in trappola
da sempre, costretta a una corsa folle come
un animale in gabbia. Di chi sia la mano che tiene la vita di Sophie in pugno e perché sia intenzionata
a distruggerle l’esistenza è la storia di questo romanzo: una discesa negli inferi della mente,
una partita a scacchi dove due protagonisti
si sfidano con strategie impeccabili e dove anche
la psicosi più efferata riesce a trovare
una spiegazione, una forma di compassione.
Come nei film di Hitchcock, siamo di fronte
a un intreccio perfettamente orchestrato
dove la patologia mentale si offre come fertile terreno per un noir che tocca tutte le corde
della paura. Con L’abito da sposo Pierre Lemaitre
si conferma maestro del genere, intagliatore attentissimo di ritratti e di storie, raffinato
cantore del male.

La mia personale recensione

Riletto a distanza di 9 mesi ,sempre eccezionale e sconvolgente!
Se qualcuno non ha mai avuto ansia ,panico ed angoscia leggendo questo libro saprà cosa si prova! Lemaitre è bravissimo nel farti entrare senza che ce ne si renda conto dentro la storia e a viverla quasi in prima persona.
Un altro autore l’avrebbe forse scritta come un semplice libro dove c’è uno stalker pazzo che perseguita per quasi 4 anni una giovane donna creando il vuoto attorno a lei,invece lui ne ha fatto una storia semplicemente geniale e sconvolgente allo stesso tempo .
Non volendo fare spoiler nel caso ci sia qualcuno che lo voglia leggere mi fermo qui !

Consigliato a chi ha letto Alex e altre storie molto forti .

logologologologologo

 

Alex di Pierre Lemaitre

Tag

, , , , , , , , , ,


alex-libro-thrillerMentre cammina per le strade di Parigi, Alex, una giovane donna di  trent’anni, viene seguita da uno sconosciuto che, dopo averla  aggredita e picchiata selvaggiamente, la carica su un anonimo  furgone bianco facendo perdere le sue tracce. Portata in un magazzino abbandonato, la ragazza viene rinchiusa in una gabbia di legno appesa a due metri da terra. Per lei non c’è via d’uscita: non sa dove si trova, né cosa voglia quell’uomo che non le rivolge mai la parola. I giorni passano tra mille sofferenze. Piegata dentro quella gabbia che non le permette il minimo movimento, in quel luogo umido e buio, Alex sente che il suo destino è segnato e che nessuno verrà a soccorrerla. Ha una sola certezza: il suo rapitore vuole vederla morire. C’è però un testimone che ha assistito al rapimento, e grazie alla sua segnalazione il comandante di polizia Camille Verhoeven, un uomo fuori dal comune, con un tragico trascorso personale e modi formidabili, inizia a indagare sulla vicenda. Chi è il sequestratore? Perché ha architettato tutto questo? E, soprattutto, chi è davvero Alex? Quando l’aguzzino viene finalmente identificato e la polizia fa irruzione nel luogo del sequestro, la gabbia è vuota. La ragazza si è volatilizzata…

Prossimamente ,la mia personale recensione

Peccato non si possano dare più di 5 stelle perchè Alex le meriterebbe!
L’ho riletto a distanza di 8 mesi ,resta sempre un libro eccezionale per ritmo, scrittura e suspance.
Non si riesce a staccarsi se non si arriva all’ultima pagina!
Senza fare spoiler posso dire solo che Alex ti tocca nel profondo perchè è una bambina che nasce vittima e tale resterà sino ai 15 anni quando ormai tutto le è stato fatto!
Lei non dimenticherà e per 15 anni penserà a come vendicarsi di tutti compresa madre e fratellastro. La fredda indifferenza della madre mi ha davvero sconvolto ,come pure il crudo cinismo del fratellastro.
Ma il piccolo commissario e i suoi assistenti scaveranno a fondo e finalmente ci sarà giustizia per Alex e per tutte le donne maltrattate e offese.
Nessuno crede alla piccola Alex,ne l’insegnante con cui tenta di confidarsi e neppure l’amica che sa solo approfittare della sua solitudine e paura.
Consiglio questo libro anche se crudo in certe parti ,appunto per questo,per guardare in faccia la realtà e cosa accade a tante persone che nella realtà non conosciamo.
Con il tempo Alex troverà la forza di affrancarsi da questo giogo e da qui in poi inizia il bellissimo romanzo di Pierre Lemaitre.
Consigliatissimo anche a chi non ama i thriller ,dato che Alex non è un vero e proprio thriller!

logologologologologo

♥Ciao Piccola Mia♥

Non credevo che la mia piccola Pasticcina mi sarebbe mancata così tanto!

Non stava in casa con noi ,viveva da 12 anni in giardino nelle sue comode casette ,ma sento la sua mancanza come se fosse  sempre stata vicino a me!

Mi manchi Piccola Pasticcina,non puoi immaginare quanto!

Spero che ci sia un posto dove tutti gli animali che ci hanno amato e che abbiamo amato si ritrovino e stiano per sempre insieme!

♥Ciao Piccola Mia♥

398572_256810701057533_1519155184_n

La ragazza del treno di Paula Hawkins

Tag

, , , , , , ,

 La vita di Rachel non è di quelle che vorresti spiare. Vive sola, non ha  amici, e ogni mattina prende lo stesso treno, che la porta dalla  9788856637779_0f9c6de4ca57fba15079386de13845daperiferia di Londra al suo grigio lavoro in città. Quel viaggio sempre  uguale è il momento preferito della sua giornata. Seduta accanto al  finestrino, può osservare, non vista, le case e le strade che scorrono fuori e, quando il treno si ferma puntualmente a uno stop, può spiare una coppia, un uomo e una donna senza nome che ogni mattina fanno colazione in veranda. Un appuntamento cui Rachel, nella sua solitudine, si è affezionata. Li osserva, immagina le loro vite, ha perfino dato loro un nome: per lei, sono Jess e Jason, la coppia perfetta dalla vita perfetta. Non come la sua. Ma una mattina Rachel, su quella veranda, vede qualcosa che non dovrebbe vedere. E da quel momento per lei cambia tutto. La rassicurante invenzione di Jess e Jason si sgretola, e la sua stessa vita diventerà inestricabilmente legata a quella della coppia. Ma che cos’ha visto davvero Rachel?

 

La mia opinione

Ottimo thriller

Ho gli occhi a zigzag per aver letto o dovrei dire divorato questo libro! Una storia in cui vieni travolto da una serie di bugie, verità, colpi di scena e ribaltamenti della trama che rendono questo romanzo un thriller da leggere compulsivamente, (cosa che ho fatto) con un finale ineguagliabile!!

La mia valutazione

logologologologologo

 

L’invito di Ruth Ware

Tag

, , , , , , , ,

 Giovane scrittrice, Nora era stata invitata all’addio al nubilato di una  vecchia compagna di scuola: Clare. Nora non vuole andare, non ha  voluto tenere i contatti ed è evidente che è successo qualcosa di  brutto allora, ma poi si convince e insieme ad un’altra amica del liceo,  Linvito_Sovra.inddNina, con cui è rimasta in amicizia, parte per la casa nei boschi che li ospiterà nel weekend. Ma qualcosa va storto: durante un gioco di società in cui tutti bevono troppo, vengono rivelati segreti e rancori del passato; durante un temporale salta la corrente e in una seduta spiritica emerge un oscuro avvertimento: nella casa c’è un assassino… Niente è come sembra e Nora dovrà cercare di ricostruire i fatti e capire chi la vuole incastrare.

La mia opinione

 Un ottimo thriller con protagonisti ben definiti e che ho letto tutto d’un fiato!

La mia valutazione

stella piccolastella piccolastella piccolastella piccola

Il respiro leggero dell’alba di Rachel Simon

Tag

, , , , , , ,

13638932 1968. In una notte di tempesta, qualcuno bussa alla porta della  fattoria dove vive Martha, vedova, senza figli e maestra in pensione.  Sono un uomo di colore e una ragazza bianca, fradici e spaventati, in  fuga da un famigerato Istituto nella contea vicina. Senza pensare alle  possibili conseguenze, Martha li fa entrare in casa e offre loro tè  caldo e abiti asciutti. Ma la polizia non tarda ad arrivare, e se l’uomo riesce a fuggire facendo perdere le proprie tracce, la ragazza viene presa in consegna e portata via dagli agenti. Prima di andare, però, la giovane sussurra una preghiera – «Nascondila!» – che sconvolgerà per sempre la vita di Martha. Perché ad attenderla in un angolo della soffitta l’anziana vedova trova una neonata della quale accetta di prendersi cura, in attesa che la madre, un giorno, possa tornare a riprendersela. Passeranno quarant’anni prima che ciò avvenga, e che i protagonisti di questa struggente, avventurosa storia d’amore tornino a incontrarsi.

La mia opinione

un libro dispersivo e con troppi protagonisti e noioso oltre ogni dire! La trama di base era molto interessante ,ma non è stata capace di svilupparne un buon libro!

La mia valutazione

stella piccolastella piccola

Voglio la tua morte di Peter James

Tag

, , , , , , , ,

image_book.php Cosa trasforma l’amore in ossessione? Come si passa da  «Tutto quello che voglio sei tu» a «Tutto quello che voglio è la  tua morte?» È una piovosa serata d’autunno, a Brighton, ma  per la prima volta da mesi il cuore di Red Westwood è sereno  come un cielo terso. Bella da togliere il fiato, giovane, intelligente, Red sta finalmente per avere l’unica cosa che le manca: la felicità in amore. L’uomo che presto busserà alla sua porta è quello giusto, lo sente. Ne è sicura… O forse lo desidera con tutte le sue forze, perché dopo l’incubo passato con Bryce, il suo ex, Red ha bisogno di nuova luce, di nuova libertà, di nuova speranza. Dopo un anno di inferno, e sotto la protezione della polizia, Red ha alla fine cancellato Bryce dalla sua vita, ha scoperto ogni suo segreto e se n’è allontanata come da una fiamma ardente, che tutto consuma e tutto distrugge. Un amore divenuto ossessione, perché secondo Bryce, se non sarà lui stesso ad averla, Red non sarà di nessuno. Mai. Per fortuna però tutto questo è passato, e ora Red sospira di sollievo e assapora il brivido dell’attesa, perché presto vedrà l’uomo che aspettava da tempo, l’uomo che la salverà. Ma c’è chi ancora osserva ogni suo respiro, ogni mossa, ogni parola. Chi segue ogni suo passo, ogni suo movimento. L’incubo dal quale credeva di essersi liberata è soltanto all’inizio… E per l’investigatore Roy Grace è l’inizio di uno dei casi più difficili della sua carriera.

La mia opinione

Storia comune e ultrainflazionata quella dello psicopatico asociale che viene mollato dalla fidanzata di turno e non si rassegna! Inizia così una vendetta tutta di fuoco!

La mia valutazione:

stella piccolastella piccolastella piccola

Nessuno escluso di M. J. Arlidge

Tag

, , , , , ,

11276304_1670234373200341_905346264_n Notte, periferia di Southampton, una zona malfamata, frequentata  solo dai reietti della società. Un uomo giace tra i rifiuti in una casa  abbandonata, barbaramente ucciso. L’assassino gli ha strappato il  cuore, che viene poi consegnato, in un macabro pacchetto, alla moglie e  ai figli sconvolti. La vittima è un irreprensibile padre di famiglia: come  e perché è finito in un posto del genere? Il caso è di quelli che fanno  gola alla stampa e fanno tremare le autorità: tutto fa pensare che si tratti di un serial killer e la conferma arriva puntuale con il ritrovamento di un altro cadavere orribilmente mutilato. I media parlano di uno Jack lo Squartatore al contrario: un assassino che dà la caccia a uomini stimati e apparentemente irreprensibili con una doppia vita, una sorta di angelo vendicatore senza pietà.Per Helen Grace, ispettore della polizia di Southampton è l’inizio di un incubo. A lei sono affidate le indagini, e nella sua corsa contro il tempo dovrà guardarsi non solo dalle trappole mortali di una mente perversa, ma anche da giornalisti senza scrupoli, da un capo che non vede l’ora di farla fuori e, soprattutto, dai fantasmi del passato, dal suo vissuto personale che emerge con prepotenza e che, come può accadere ad ognuno di noi, rischia di essere il suo peggiore nemico.

La mia opinione

Niente di eccezionale,per niente originale!
l’autore si è fissato con le serial killer femmine ,ma questo non da al libro nessuna originalità! La trama è la solita trita e ritrita ! Il primo libro aveva una trama molto più originale , questo non ha lasciato spazio a nessuna sorpresa.L’ho finito quasi controvoglia per la piattezza di alcuni contenuti.Non so se leggerò più qualcosa di questo scrittore.

La mia valutazione

stella piccolastella piccola

 

Un’altra donna di Harriet Lane

Tag

, , , , , , , , ,

Unaltra-donna È una sera fredda e piovosa quando Frances, tornando a Londra dalla  casa di campagna dei suoi genitori, scorge sul lato della strada un’auto  rovesciata. Con il cuore in gola si avvicina; c’è una donna dentro ed è  viva. Il tempo di scambiarsi alcune battute, di capire da pochi elementi che si tratta di una persona di alta estrazione sociale e la donna muore. Quando Frances torna alla sua vita, alla grigia routine nella redazione di una rivista letteraria, scopre che la donna che ha soccorso si chiama Alice ed è la moglie di uno tra i più famosi scrittori inglesi. E quando conosce la famiglia di lei, l’elegante, affascinante scrittore, i due figli sospettosi ma educati, la grande casa dal meraviglioso giardino, Frances non riuscirà più a starne lontano. Inizia a pensare che quella sia esattamente la vita che desidera, quello l’uomo che vuole. E, lentamente, senza lasciare traccia, si avvicina ogni giorno di più a loro, decide di scoprire tutto sul matrimonio di Alice e di Laurence e di giocarsi la sua partita.

La mia opinione:

Libro assolutamente da non leggere ,inutile e inconsistente.Mi son fatta trarre in inganno dalla trama che pareva molto interessante,niente di più falso!

La mia valutazione:Una stellina ,che è pure troppo!

stella piccola

L’attesa di Samantha Hayes

Tag

, , , , , , , , , , , , ,

presentazione-lattesa-di-samantha-hayes-L-9Kiqee Claudia ha tutto ciò che ha sempre sognato. Vive in una  graziosa villetta poco fuori Birmingham, al suo fianco ha un  uomo premuroso e, finalmente, è in dolce attesa di una  bambina a lungo desiderata. Sarebbe tutto perfetto, se James – proprio ora che il parto è imminente – non fosse costretto a partire per un lungo viaggio di lavoro all’estero. Sebbene sia una donna forte e indipendente, Claudia non se la sente di affrontare da sola gli ultimi giorni della gravidanza e decide quindi di assumere una tata. E le basta un attimo per convincersi che Zoe Harper è la persona giusta: una professionista efficiente, esperta, discreta. Ma, nel giro di qualche tempo, Claudia comincia a ricredersi e viene assalita dai dubbi. C’è qualcosa che non va in quella ragazza, qualcosa che la mette estremamente a disagio. Perché, quando crede di non essere vista, Zoe si trattiene nello studio di James? E perché una volta Claudia l’ha sorpresa mentre rovistava nei cassetti della sua camera? Inoltre, proprio dal giorno in cui Zoe è entrata nella sua vita, quel tranquillo quartiere residenziale è diventato lo scenario di una catena di brutali omicidi: possibile sia una coincidenza? Con la polizia che non crede ai suoi sospetti, Claudia può contare solo su se stessa. E ha paura. Ma l’origine di quella paura è il suo segreto. Un segreto che nessuno deve portare alla luce…In bilico sulla sottile linea di confine che divide verità e menzogna, «L’attesa» s’insinua pagina dopo pagina nella nostra mente come solo i migliori romanzi di suspense sanno fare, conducendoci verso un finale sconvolgente che dà un nuovo significato all’espressione «niente è come sembra».

La mia opinione

Travolgimento di ruoli

L’idea iniziale poteva essere buona ,peccato che l’autrice si ripeteva troppo in certi capitoli.Non ho ben capito l’inserimento dei coniugi poliziotti,li poteva benissimo escludere dato che della loro storia non fregava niente a nessuno!
Molto buono il finale a sorpresa ,la pazza si rivela una persona perbene e la cosiddetta assistente sociale si scopre che è una psicopatica!

Il mio voto

stella piccolastella piccolastella piccola


Destini incrociati di Aldo Costa

Tag

, , , , , , , , , , ,

 

image_book.php Quando il destino prevede una svolta brusca, solitamente non  avverte. Il cambiamento giunge improvviso e, non potendo  prevederlo, non è possibile nemmeno impedirlo. Possiamo  uscire di casa senza sapere che è l’ultima o possiamo entrare  in un ristorante senza immaginare che stiamo per incontrare la persona che ci accompagnerà per tutta la vita.Più tristemente, possiamo incontrare la curva del destino un pomeriggio di primavera, passando in clinica a ritirare i referti di un check-up a cui ci siamo sottoposti soltanto perché lo prevede la polizza sanitaria. Se il destino è lì che aspetta (e per il sostituto procuratore Serena Ainardi è proprio lì) non resta che prenderne atto. Bastano pochi minuti o poche ore per rendersi conto che nulla sarà più come prima, che i piani a breve termine devono essere ridotti e quelli a lunga scadenza è meglio non prenderli nemmeno in considerazione.Se ai problemi personali a cui deve far fronte, Serena Ainardi deve temere anche la minaccia di un’organizzazione criminale, il romanzo diventa un thriller e la vita si complica fino a livelli inimmaginabili.

“Destini incrociati” è il romanzo conclusivo della trilogia di cui fanno parte “Si è fatta la luna” 2010 (ripubblicato da Piemme Edizioni nel 2014 con il titolo “Non è vero”) e “Giulia dorme” 2012.ripubblicato con il titolo”Non dormirai mai più”

La mia opinione

Questo terzo libro per me è il più difficile da recensire,non perchè sia stato meno bello degli altri due ma perchè rischio di farmi scappare qualcosa che invece non dovrei !
Non so se siano i tantissimi libri che ho letto in tutta la mia vita ma avevo avuto un sospetto che naturalmente non posso dire,uffa con questi spoiler!
Il finale mi ha sorpresa ,ma non più di tanto,ho l’impressione che una porticina sia rimasta aperta per un eventuale seguito,cosa che non mi dispiacerebbe affatto!
Aldo Costa è stato la scoperta più bella di questo 2015,non sono molto brava a scrivere ma ho avuto l’impressione che avesse molta più simpatia per Serena che per l’imbranato Lorenzo detto Renzo,oppure è talmente bravo a descrivere e far vivere con gli occhi della mente certe situazione da farmi venire la voglia di prendere il suddetto Renzo a ceffoni.Propendo per la bravura dell’autore!
Grazie Aldo.

La mia  valutazione

stella piccolastella piccolastella piccolastella piccolastella piccola


Il Segreto degli Angeli di Camilla Lackberg

Tag

, , , , , , ,

   Un nuovo omicidio tra i fiordi per Erica Falck e Patrick Hedström.

   Decisa a cominciare una nuova vita, Ebba fa ritorno a Valö, la splendida isola della sua infanzia affacciata sulle      casette bianche e le rocce scoscese di Fjällbacka, nell’idillio dell’arcipelago svedese. Vuole rimettere a posto la  colonia che le appartiene e che non ha più rivisto dal giorno in cui, una vigilia di Pasqua di molti anni prima, la sua  famiglia scomparve nel nulla, lasciando dietro di sé solo una tavola apparecchiata a festa e una bambina di un anno che  vagava smarrita. Nessuno li rivide più; nessuno fu mai in grado di stabilire cosa fosse realmente accaduto. Un mistero che da sempre stuzzica la curiosità di Erica Falck, ora entusiasta all’idea di poter riprendere in mano la sua personale indagine su quell’oscura storia. Ma sembra che per Ebba non ci sia pace. Qualcuno vuole allontanarla, disposto a tutto per proteggere il segreto dell’isola. Dopo un incendio scoppiato nella notte, le minacce si fanno sempre più incalzanti: Ebba ha già perso tutto, eppure c’è ancora qualcuno che desidera la sua morte. A Erica e Patrick non resta che unire le forze per trovare le ragioni di un rancore che gli anni non hanno placato, cominciando da un debole indizio: vecchie tracce di sangue che i lavori di restauro hanno portato alla luce nella colonia di Valö. Una sorta di filo rosso che si snoda a ritroso, conducendo a un passato lontano quando, all’inizio del secolo scorso, Fjällbacka conobbe una misteriosa «fabbricante di angeli».

La mia  opinione

 

Magistrale!!

Questa notte l’ho finito! La mia prima impressione era stata totalmente errata,questo è forse il libro più bello della Lackberg! Un intreccio magistrale che mi ha lasciata piacevolmente colpita.Se dovessi dargli delle stelline come voto le darei molto più del massimo consentito!

La mia valutazione!

stella piccolastella piccolastella piccolastella piccolastella piccola

 

Non Dormirai Mai Più di Aldo Costa

Tag

, , , , , , , , , , ,

 9788856647648 Basta un istante per spezzare una vita. Quella di Giulia si spezza in un giorno di dicembre, a sedici anni e dieci mesi,  quando gli unici pensieri sono la poca voglia di studiare e la paura di aver sbagliato a dire di no a Roberto. Due uomini  irrompono in casa sua, non le lasciano nemmeno un istante per reagire, la legano al letto e da lì ha inizio l’incubo. Non  approfittano di lei con la ferocia e la fretta dei maniaci. Sono due professionisti inviati da un’organizzazione criminale  che vuole punire suo padre. Per questo, filmano il supplizio in ogni singolo, terribile istante e cercano di renderlo  crudele, infinito. Lui deve pagare per ciò che ha fatto.

Non dormirai mai più è il secondo dei tre romanzi che compongono la trilogia. Il primo è Non è vero, Piemme Originals 2014

La mia opinione :

Secondo me Giulia dorme era migliore come titolo del libro !

Ieri notte quando l’ho terminato avevo un sacco di bellissime cose da scrivere,stamani la mia mente è tabula rasa .Forse è anche colpa del poco sonno fatto a causa di Lorenzo detto Renzo!
A parte tutto ,il libro inizia un po’ in sordina ma dalle 100 pagine in poi è un crescendo di attesa e suspense.Mi è piaciuto molto e il finale mi ha fatto temere per la vita di Lorenzo! Ma che schifo di genitori che ha la Giulia !Stavolta mi pare che l’autore ci dia qualche speranza sul proseguimento della storia mai iniziata tra Serena e Lorenzo,ma non devo attendere troppo per sapere,”Destini incrociati ” mi attende da una settimana.

La mia personale valutazione

anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0

 

Non è Vero di Aldo Costa

Tag

, , , , , , , , , , , , , , , ,

 585-1139-8_efd38a8f3520e8c8d6ec74e3cf2de906 La vita può cambiare in un istante, e non si può sapere quando succederà. Sono le cinque di mattina di un giorno  qualsiasi, quando qualcuno bussa alla porta di Lorenzo Cremona, giovane insegnante di scuola media, tirandolo giù dal  letto. Sono i carabinieri, e per il professor Cremona la vita si complica. A occuparsi dell’imputazione è Serena Ainardi,  un pubblico ministero che sa il fatto suo. Anche la Ainardi si trova a fare i conti con il destino quando, in un weekend  di luglio, nel mezzo di una bufera di neve, precipita in un imbuto di ghiaccio scendendo dalla vetta del Gran Paradiso.  Due, tre ore e ti tiro fuori, le dice il compagno prima di partire in cerca di soccorso. Sarà vero o sono soltanto parole che hanno lo scopo di tranquillizzarla? Per la donna, l’unica verità è la necessità di sopravvivere. La sera prima, un investigatore che lavora da anni con la Ainardi decide di usare la propria Beretta contro se stesso. Per uno stupido, banalissimo errore, la sua carriera rischia di andare a rotoli, trascinando lui e la sua famiglia nel fango. Ma non sarà il suicidio il proposito che metterà in atto. In un fine settimana estivo, sullo sfondo maestoso di un’alta montagna carica di neve fuori stagione, s’intrecciano destini, menzogne e verità, in un crescendo di tensione che non lascia tregua.

La mia Opinione

Che dire!?

Hanno già detto quasi tutto su questo ottimo romanzo,c’è a chi non è piaciuto e ci sono quelli come me che invece lo hanno gradito molto.
Un thriller per niente stile U.S.A. , niente superman o wonder woman.
Mi è piaciuta molto Serena,Lorenzo che mi era piaciuto molto nella “gita di classe” e continuava a piacermi mentre leggevo l’attuale libro ,nel finale mi ha deluso non poco con la sua insicurezza!
Spero di rifarmelo piacere nel seguito che sto apprestandomi a leggere.

La mia personale valutazione

anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0

La Gita di Classe prequel di Non è Vero di Aldo Costa

Tag

, , , , , ,


51knzmyS5mL._BO2,204,203,200_PIsitb-sticker-v3-big,TopRight,0,-55_SX324_SY324_PIkin4,BottomRight,1,22_AA300_SH20_OU29_Chi siamo, viene fuori quando ci mettono alla prova. Come reagiamo, cosa facciamo, quando ci provocano, quando ci  sfidano? Ecco è lì, in quei momenti, che il carattere si può vedere, quasi toccare, nitido come il profilo delle montagne  dalla pianura dopo un temporale.

 Lorenzo Cremona è un insegnante di scuola media, un insegnante giovane, che usa la bici. E il giorno in cui, uscendo  dalla Leonardo da Vinci, trova la sua bicicletta ridotta a un rottame, capisce che non è stato un incidente. Quel che fa allora Cremona, val la pena leggerselo. Perché tipi come Lorenzo Cremona non se ne incontrano tutti i giorni. E questo racconto inedito, che lo presenta come nessun biglietto da visita potrebbe fare, mette in luce dei tratti del suo carattere che contribuiranno non poco a plasmare il futuro che lo aspetta. 

Poche settimane dopo l’episodio che viene qui narrato, la vita del professor Cremona verrà devastata in pochi minuti da un evento improvviso e inatteso. I problemi che si troverà ad affrontare – raccontati in due thriller,Non è vero e Non dormirai mai più – faranno impallidire tutti quelli che ha vissuto fino a questo momento, come insegnante e come uomo.

La mia opinione

Un racconto breve ma molto piacevole e scorrevole da leggere!
Un gran bel stile di scrittura .

Aldo Costa è stato per me una piacevole sorpresa e adesso continuo con “Non è vero”

La mia personale votazione

anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0

Una Famiglia Quasi Perfetta

Tag

,

Una Famiglia Quasi Perfetta di Jane Shemilt

una-famiglia-quasi-perfetta_6592_  Jenny è un medico, sposata con un famoso neurochirurgo e madre di tre adolescenti. Ma quando la figlia quindicenne,   Naomi, non fa ritorno a casa dopo scuola, la vita perfetta che Jenny credeva di essersi costruita va in pezzi. Le    autorità lanciano l’allarme e parte una campagna nazionale per cercare la ragazza, ma senza successo: Naomi è   scomparsa nel nulla e la famiglia è distrutta. I mesi passano e le ipotesi peggiori – rapimento, omicidio – diventano
sempre più plausibili, ma in mancanza di indizi significativi l’attenzione sul caso si affievolisce. Jenny però non si arrende. A un anno dalla sparizione della figlia, sta ancora cercando la verità, anche se ogni rivelazione, ogni tassello sembra allontanarla dalle certezze che aveva. Presto capisce che le persone di cui si fidava nascondono terribili segreti, Naomi per prima. Seguendo le flebili tracce che la ragazza ha lasciato dietro di sé, Jenny si accorgerà che sua figlia è molto diversa dalla ragazza che pensava di aver cresciuto…

La mia opinione:

Ho finito di leggere questo libro ieri sera,sinceramente devo ammettere che il finale mi ha lasciata basita,perplessa,sconcertata,shoccata,sconvolta e non so qual altri aggettivi potrei usare.Non posso dire niente o farei spoiler ,ma mai un libro mi aveva fatto sentire così!

Se vi capita l’occasione leggetelo e capirete il motivo del mio turbamento!

Il mio voto è di 4 volumetti al posto delle stelline


anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0

 

anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0anelli-anello-con-libro-diario-rosso-a-poi-7636149-il-fullxfull.513abc-7106e_570x0

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 36 follower